Publicação em atas de evento científico
Il contratto di fiume per l’emergenza idrogeologica. Il Tevere nell’area romana: un’esperienza in itinere
XVIII Conferenza Nazionale SIU - Italia ’45-’45- Radici, condizioni, prospettive
Ano
2015
Língua
Outra Língua
País
Itália
Mais Informação
--
Abstract/Resumo
I disastri ambientali, provocati dai cambiamenti climatici e dall’incuria dell’uomo verso il territorio, spingono ad intervenire nella pianificazione attraverso prospettive nuove di governo del territorio, che utilizzino strumenti negoziati e partecipativi tendenti a ricucire il rapporto uomo-ambiente e indirizzare le città verso un diverso e innovativo modello di sviluppo basato sulla valorizzazione del patrimonio territoriale e paesaggistico. La carente efficienza del sistema delle politiche territoriali di previsione e prevenzione, la frammentazione delle conoscenze nelle materie ambientali e la conseguente molteplicità di Piani settoriali lasciano emergere la necessità di uscire dai confini tematici per affrontare i problemi del territorio, costruendo un sapere condiviso che porti a delle soluzioni efficaci fondate su principi di multidisciplinarietà e governance multilivello. I contratti di fiume rientrano nella fase di cambiamento che inverte la direzione della pianificazione, da procedimenti settoriali e tecnocratici a politiche integrate di riqualificazione ecologica, fruitiva e paesaggistica dei bacini e sottobacini fluviali e lacustri, tentando di recuperare un’etica dell’abitare il territorio e riconquistare il senso di responsabilità collettiva dei beni comuni.
Agradecimentos/Acknowledgements
--
Palavras-chave
public policies,local development,Rome,river contract,commons